Home Page Fiorentina Basket

13/01/2018

Prima casalinga del 2018 contro San Miniato. Niccolai: “Vogliamo riprendere la corsa dopo la sfortunata gara di Cecina”

Prima casalinga del 2018 contro San Miniato. Niccolai: “Vogliamo riprendere la corsa dopo la sfortunata gara di Cecina”

“Ritorniamo a San Marcellino dopo la sfortunata trasferta di Cecina, una sconfitta rocambolesca che ci ha lasciato dentro tanta rabbia che in campo vogliamo trasformare in energia positiva ed intensità per affrontare San Miniato, una squadra che richiede grande dinamismo, grande attenzione e grande dispendio fisico. È l'esordio a San Marcellino nel 2018 e saremo particolarmente carichi, con la voglia di mantenere l’imbattibilità interna e riprendere la nostra corsa”. Così Andrea Niccolai commenta la sfida di domenica contro l'Etrusca, un’avversaria che arriva a Firenze reduce da due gare casalinghe: la vittoria su Livorno e la sconfitta con Omegna nell'ultima del girone d'andata.

“San Miniato è una società che ha dato continuità al progetto tecnico, riconoscendo l’ottimo lavoro del coach Federico Barsotti confermato per il quarto anno alla guida della squadra. Anche quest’anno lotta per i playoff – spiega Niccolai - grazie ad un sistema collaudato fatto di grande aggressività difensiva e che prevede l’utilizzo di dieci giocatori, tutti in grado di avere grande impatto sia offensivo che difensivo. Una squadra che fa della difesa, del contropiede e del tiro da tre in transizione la sua forza. Dovremo essere molto attivi, davvero pronti sia mentalmente che fisicamente per contrastare queste loro caratteristiche”.
In più l’Ettusca ha recentemente aggiunto un nuovo elemento, Antonio Brighi, classe 1996, “Un bel talento offensivo, è l’ottavo senior a disposizione quindi potrebbe esserci un turnover – prosegue Niccolai – a riprova che nel girone di ritorno le squadre si rinforzano, si completano e le sfide diventano sempre più difficili, non si può sottovalutare nessuna partita”.
Tanti gli elementi di valore di San Miniato, tra questi sicuramente Tempestini, “uno tra i migliori playmaker della categoria, ai primi posti da anni nella classifica degli assist del campionato. Un giocatore molto pericoloso” aggiunge Niccolai.

“Un'altra caratteristica di San Miniato è quella di giocare molti minuti con due playmaker contemporaneamente. E per far questo puntano su Zita, altro piccolo velenoso, ottimo difensore, un giocatore con grande capacità di penetrare sia in contropiede che a difesa schierata. Zita incarna perfettamente lo spirito di questa squadra”.
“Il reparto esterni - aggiunge l’allenatore viola - è arricchito da due Under di grande impatto offensivo come Benitez e Neri entrambi tiratori in grado di spaccare la partita, mentre Perin si distingue per un’atletismo ed una qualità difensiva da categoria superiore”.
“Miglior marcatore della squadra - continua il coach - l’ala Giacomelli, molto efficace nel tiro da tre punti e nelle situazioni di mismatch, spesso partendo dalla panchina cambia gli equilibri”.
“C'è poi – sottolinea Niccolai - Bertolini, un pivot atipico, non altissimo ma dotato di un grande tiro da fuori e di grande rapidità. Insieme al terzo Under Capozio assicura una costante presenza ai rimbalzi. Nasello e Chiriatti completano il pacchetto delle ali, il primo ha maggior propensione al gioco interno mente il secondo è più a suo agio sul perimetro”.

“Per vincere - avverte il coach viola - sarà fondamentale mantenere l’intensità e la concentrazione per 40’ perché l’Etrusca è squadra dura a morire e capace di break importanti che possono mettere in difficoltà ogni squadra in questo campionato”.

  Sponsor
Facebok Instagram Fiorentina BasketTwitter

Fiorentina Basket s.s.d.a r.l.
Cod.FIP 035316
Via del Mezzetta, 1
050135 FIRENZE
CF 02826780989

Web By Uplink
UP